Sfagno cileno in fibre (150g – 7,5 lt)

22,00

CARATTERISTICHE FUNZIONALI E CAMPI DI UTILIZZO

Lo sfagno ha come principale caratteristica l’alta ritenzione idrica, assorbe infatti fino a 20 volte del proprio peso a secco (150 gr di prodotto secco equivalgono a 3 kg inumidito). Ilprodotto deve essere immerso in acqua per qualche minuto prima di essere impiegato.

In frangenti asciutti e aridi, la propria struttura a celle aperte garantisce una riserva d’acqua, mentre in frangenti umidi o piovosi, mantiene un livello di ossigenazione elevato.

Lo sfagno essiccato ha ottimo potere isolante, è infatti molto utilizzato a tale scopo nelle regioni artiche.
Altro aspetto di grande interesse è l’alta presenza di zinco chelato da tropolene, un battericida/batteriostatico naturale. Questo componente limita fortemente lo sviluppo di batteri anaerobi, i principali responsabili del decadimento della materia organica.

L’applicazione di un leggero strato superficiale di sfagno essiccato e sminuzzato ha diversi vantaggi:

• dopo i rinvasi, crea le condizioni ideali per un rapido ripristino dell’apparato radicale. L’umidità e la temperatura costante sono infatti fattori molto importanti per la radicazione;

• usato durante tutta la stagione vegetativa, lo sfagno acidifica l’acqua irrigua, mitigando gli effetti negativi del calcare. Migliora sensibilmente la resa dei concimi organici e l’assorbimento del ferro;

• lo sfagno in polvere, se mescolato con il substrato acidifica il terreno e crea le condizioni ottimali per tutte le essenze che vivono in terreni con bassi valori di pH (sotto a 7);

• la blanda azione antibatterica permette la conservazione della legna secca interrata nel substrato;

• durante il periodo estivo, permette maggiore autonomia idrica in caso di climi secchi;

• nel periodo invernale costituisce invece un’ottima “barriera” alle gelate più intense;

• migliora e favorisce l’inoculo di micorrize.

1 disponibili

1 disponibili

Descrizione

CARATTERISTICHE FUNZIONALI E CAMPI DI UTILIZZO

Lo sfagno ha come principale caratteristica l’alta ritenzione idrica, assorbe infatti fino a 20 volte del proprio peso a secco (150 gr di prodotto secco equivalgono a 3 kg inumidito). Ilprodotto deve essere immerso in acqua per qualche minuto prima di essere impiegato.

In frangenti asciutti e aridi, la propria struttura a celle aperte garantisce una riserva d’acqua, mentre in frangenti umidi o piovosi, mantiene un livello di ossigenazione elevato.

Lo sfagno essiccato ha ottimo potere isolante, è infatti molto utilizzato a tale scopo nelle regioni artiche.
Altro aspetto di grande interesse è l’alta presenza di zinco chelato da tropolene, un battericida/batteriostatico naturale. Questo componente limita fortemente lo sviluppo di batteri anaerobi, i principali responsabili del decadimento della materia organica.

L’applicazione di un leggero strato superficiale di sfagno essiccato e sminuzzato ha diversi vantaggi:

• dopo i rinvasi, crea le condizioni ideali per un rapido ripristino dell’apparato radicale. L’umidità e la temperatura costante sono infatti fattori molto importanti per la radicazione;

• usato durante tutta la stagione vegetativa, lo sfagno acidifica l’acqua irrigua, mitigando gli effetti negativi del calcare. Migliora sensibilmente la resa dei concimi organici e l’assorbimento del ferro;

• lo sfagno in polvere, se mescolato con il substrato acidifica il terreno e crea le condizioni ottimali per tutte le essenze che vivono in terreni con bassi valori di pH (sotto a 7);

• la blanda azione antibatterica permette la conservazione della legna secca interrata nel substrato;

• durante il periodo estivo, permette maggiore autonomia idrica in caso di climi secchi;

• nel periodo invernale costituisce invece un’ottima “barriera” alle gelate più intense;

• migliora e favorisce l’inoculo di micorrize.

Informazioni aggiuntive

Peso 0,15 kg