Placeholder

Pinus pentaphylla – Pino

Il Pinus (Pino) occupa il primo posto tra le specie più apprezzate come bonsai.

Si tratta di una pianta molto longeva che ha dimostrato di poter vivere, coltivata come bonsai, per centinaia di anni. Sono diversi gli stili indicati per i Pini: bunjin, eretto formale e informale, inclinato, semi-cascata e cascata, ecc. Invecchiando, le peculiarità di questa pianta si accentuano: la corteccia fessurandosi, diventa sempre più interessante, la vegetazione si arricchisce definendo splendidi palchi, ecc.

Grazie quindi alla tipica longevità, garantita anche dalla grande resistenza dei Pini nei confronti delle avversità climatiche e ambientali, esistono esemplari spettacolari che, soprattutto nella patria del bonsai, il Giappone, si tramandano di generazione in generazione, scrivendo una propria storia.

Condividi su:

Informazioni aggiuntive

Sottocategorie

,

Specie

Stile

,

Mantenimento

Esposizione: Scegliere una posizione in pieno sole per avere gli aghi corti.

Annaffiatura: Bagnare con parsimonia, lasciando asciugare il terreno, che dovrà essere sempre ben drenato.

Concimazione: Da aprile all’inizio di luglio; da fine agosto a ottobre.

Rinvaso: Ogni 3-4 anni in marzo o aprile, oppure tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.