Placeholder

Juniperus chinensis Shohin – Ginepro

Questa conifera che cresce spontanea in Cina, Giappone e Mongolia, dove può raggiungere i trenta metri d’altezza, presenta caratteristiche diverse a seconda dell’età: nelle piante giovani le foglie sono aghiformi, lunghe, chiare e compatte; in quelle adulte sono piccole e squamiformi.

Lo Juniperus chinensis produce delle bacche bluastre che diventano brune quando arrivano a maturazione ed è forse il sempreverde che più si adatta all’arte bonsai.

Il suo legno. flessibile quando è verde, diventa infatti duro e resistente una volta scortecciato ed è perfetto per la lavorazione della legna secca.

Una pianta per veri appassionati che può essere lavorata tutto l’anno, tranne in luglio ed agosto.

Condividi su:

Informazioni aggiuntive

Sottocategorie

, ,

Specie

Stile

Mantenimento

Esposizione: Posizione soleggiata e ventilata; sopporta le basse temperature, ma è consigliabile proteggere le radici in inverno.

Annaffiatura: Abbondante in estate, regolare tutto l’anno, lasciando asciugare il terreno tra una annaffiatura e l’altra.

Concimazione: Dall’aprile all’inizio di luglio, dalla fine di agosto ad ottobre.

Rinvaso: Ogni 2-4 anni, preferibilmente all’inizio della primavera o alla fine dell’estate.